1. Home
  2. Magazine
  3. CUCINA E DINTORNI
  4. Strada del vino in Alto Adige: cantine, castelli e stelle Michelin

Strada del vino in Alto Adige: cantine, castelli e stelle Michelin

Scritto da
Matteo Morichini
, Il
03/02/2017

L’itinerario lungo la celebre strada del vino tra Bolzano e Trento – bella in auto, moto e bicicletta -  è un concentrato di eccellenze enogastronomiche, splendidi paesaggi e proposte culturali con opere integrate nella natura come nel caso della vicina Arte Sella.

Tra i sedici comuni della südtiroler Weinstraße che scorre sinuosa lungo vitigni di Riesling, Moscato Giallo, Pinot Bianco, Pinot Nero, Schiava e Lagrein solo per citare una piccola parte delle tante varietà presenti (in Alto Adige la superficie vinicola è distribuita equamente tra bianchi e rossi ndr)  le tappe da non perdere sui temi grandi tavole e ospitalità di alto livello sono Appiano, Caldaro, Termeno, Egna e Cornaiano. Il percorso di 60 chilometri tra vigneti, specchi d’acqua e panorami pre-alpini può iniziare dallo Schloss Korb di Missiano; castello medioevale con atmosfere quiete e raffinate ed una maestosa vista su Valle dell’Adige, Dolomiti e Sciliar per dormire come in una fiaba del XV secolo. Volgendo verso sud, un’altra struttura in cui pernottare consigliata dalla Guida Michelin è il Weinegg di Cornaiano. Immerso nel verde, l’edificio in stile moderno osserva monti e fruttetti ed oltre ad una spa “bella e completa” gli ospiti hanno a disposizione ampi e silenziosi ambienti personalizzati in stile rigorosamente tirolese.

Il grand tour della strada del vino entra ovviamente nel vivo con la visita alle tante cantine; a Termeno in particolare – poco distante dal Lago di Caldaro adatto al pattinaggio sul ghiaccio d’inverno ed a vela e surf l’estate – c’è l’imbarazzo della scelta mentre in località Egna  l’indirizzo da provare è Johnson & Dipoli; tavola di qualità della guida Michelin non che bistrot vivace e colorato con una cucina originale a base di prodotti locali e non.

Infine, la sosta gastronomica che lascia il segno lungo la golosa e romantica strada del vino tirolese è presso lo Zur Rose di San Michele Appiano; storica stella Michelin dell’Alto Adige dove lo chef Herbert Hintner propone la sua idea di creatività contemporanea scandita da una forte identità regionale e altoatesina. Nell’elegante spazio risalente al 1300 - con il nome “La Rosa” utilizzato per il ristorante sin dal 1585 -  proposte del menu e prodotti seguono le stagioni ed alcuni dei tanti piatti da provare sono la zuppa di testina di vitello con tortelli al sedano e la praline allo spumante e cioccolato su crema di cachi. 

Email