1. Home
  2. Magazine
  3. LA SELEZIONE
  4. Aperto per ferie!

Aperto per ferie!

Scritto da
La Redazione
, Il
27/07/2018

I giorni passano e il caldo e l’afa estiva rimandano a immagini di turisti disposti alle più ingegnose strategie pur di contrastare le alte temperature. Il Ministero della Salute lancia linee guida per fronteggiare la canicola e le città si colorano idealmente di bollini arancioni o – addirittura – rossi ad indicare condizioni meteorologiche deleterie per la salute. I negozi si apprestano ad esporre il fatidico cartello “chiuso per ferie”, ma la guida Michelin, no!

Nella redazione di Milano, i ritmi sono quanto più frenetici per rincorrere l’ultima informazione mancante: il pittogramma che servirà ad illustrare una caratteristica significativa dell’hotel, il prezzo di un menu praticato solo a pranzo, le new entry che andranno ad arricchire la già variegata selezione.

Come queste tre che vi presentiamo in anteprima…

In un bel contesto paesaggistico sulle prime colline romagnole, Osteria del Povero Diavolo a Torriana è un locale storico, ma giovane è il cuoco che l'ha riportata in vita, pieno di entusiasmo per i prodotti del territorio. Ingredienti e ricette della zona sono messi in prima fila, sebbene non manchi qualche rivisitazione più contemporanea. Come se non bastasse, il servizio nella bella stagione si svolge anche all'aperto e camere semplici sono a disposizione di chi volesse indugiare nella sosta pernottando nel contesto di un grazioso paese.

Circondata dalle più alte vette delle Alpi Apuane, Carrara offrirà al lettori della guida Michelin 2019 la sua novità: Extra! Una torre di marmo e vetro ospita questo locale di design dalle linee sobrie; la cucina spazia tra terra e mare con piatti ricchi di fantasia e buon gusto. A pranzo, il ristorante indossa un abito più informale e la cucina lo segue di pari passo con proposte altrettanto semplici.

Giunti sul tacco dello Stivale, anche la provincia di Taranto sfodera la spada ed assesta il proprio fendente: il bersaglio è Casamatta dell’hotel Vinilia Wine resort,  a Manduria. Sotto piccole lampadine ricavata dalle classiche luminarie dei giorni di festa, la cucina sforna piatti curati e ben presentati. Il tocco è moderno, ma la materia prima - sia che venga dalla terra sia che attinga al mare - sa di territorio, le verdure spesso coltivate nel proprio orto.

Dopo una carrellata di anticipazioni che v’invitiamo a ripercorrere nella sezione La Selezione https://guida.michelin.it/magazine/la-selezione, certi  che - nella discrezione che caratterizza il nostro lavoro - continueremo nell’incessante ricerca del migliore indirizzo da consigliare agli amici del Bibendum, la redazione de la guida Michelin Italia augura a tutti buone vacanze!

Email