1. Home
  2. Magazine
  3. LA SELEZIONE
  4. La guida MICHELIN San Francisco 2019 brilla con sempre più stelle!

La guida MICHELIN San Francisco 2019 brilla con sempre più stelle!

Scritto da
La Redazione
, Il
05/12/2018
Tag 
guida MICHELIN San Francisco

Sensazionali novità per la 13a edizione della guida MICHELIN San Francisco: Atelier Crenn e Single Thread ricevono la più alta distinzione della guida. Le tre stelle!

Affidabile e famosa a livello universale, la guida è stata pubblicata per la prima volta in Francia più di 100 anni fa, in quelli che furono agli albori della diffusione dell’auto e del concetto di tempo libero; ancor oggi gli ispettori MICHELIN applicano gli stessi consolidati criteri in oltre 30 paesi in tutto il mondo.

“La scena gastronomica di San Francisco è in piena espansione e i nostri ispettori sono rimasti particolarmente colpiti dalla poliedricità degli stili di cucina, dai livelli di coerenza e dalla complessiva alta qualità della proposta culinaria trovata in città " commenta Gwendal Poullennec, direttore internazionale delle guide MICHELIN. "In particolare,  Atelier Crenn e Single Thread dovrebbero essere estremamente orgogliosi, poiché i nostri ispettori sono rimasti molto colpiti dall’accurata selezione dei prodotti utilizzati. Tutto ciò, insieme alla meticolosa attenzione ai dettagli, alla creatività e all’estrema dedizione, ha permesso agli ospiti di fruire di un'esperienza gastronomica memorabile e sublime. Senza dubbio, valgono sicuramente un viaggio speciale!”.

Ecco le due nuove distinzioni tre stelle presenti nella guida MICHELIN San Francisco 2019:

Atelier Crenn, uno dei ristoranti più seguiti nel corso dell’anno, ha sempre mantenuto altissimo lo standard qualitativo. Il menu è un meraviglioso mix di grazia, abilità artistica, tecnica e gusto.

Single Thread, contea di Sonoma, ha dimostrato capacità di poter scalare la “vetta” sin dalla sua apertura nel 2016. La talentuosa coppia che ha dato vita a questo progetto si è dimostrata costante nell’impegno e capace di una cucina eccezionalmente raffinata.

Cinque nuovi indirizzi brillano – inoltre – nel palmarès una stella:

Bar Crenn, intrigante wine-bar accanto ad Atelier Crenn con focus sulla classica cucina francese. Il menu cita piatti di rinomati chef francesi accanto a creazioni originali. Qualità e tecnica sono la spina dorsale di questa bella realtà.

Birdsong, gestito da uno chef con trascorse esperienze presso Saison e Atelier Crenn. Il suo approccio ed utilizzo dei prodotti è singolare e creativo. Cucina americana e contemporanea.

Madcap propone piatti moderno-californiani realizzati con ingredienti freschi e stagionali. Gestito  da un veterano della gastronomia nord californiana degli anni '90, lo chef ha deciso di mettersi in proprio con questo locale.

Nico originariamente aperto a Laurel Heights e soppresso dalla guida dopo la sua chiusura nel 2017, con la riapertura nella vicina Jackson Square, gli ispettori non hanno potuto non riconoscere  l’alto standard di sempre.

Protégé è il locale di tre ex allievi di French Laundry, nonché “protetti” di Thomas Keller. La brigata di  Palo Alto utilizza tanta tecnica e grande abilità nel preparare piatti sempre eccellenti ma – al tempo stesso – accessibili e non impegnativi.

Sono più di 315 i ristoranti che compaiono nella guida MICHELIN San Francisco 2019; tra questi anche locali con particolari distinzioni per vino, birra, sakè e cocktail, nonché Bib Gourmand: menu con un rapporto qualità/prezzo interessante (non oltre $ 25).

La selezione 2019 include:

• 8 ristoranti  tre stelle
• 6 ristoranti due stelle
• 43 ristoranti una stella
• 68 ristoranti Bib Gourmand

Stay tuned!

https://guide.michelin.com/us/san-francisco

Email