1. Home
  2. Magazine
  3. LA SELEZIONE
  4. La guida MICHELIN Tokyo 2019

La guida MICHELIN Tokyo 2019

Scritto da
La Redazione
, Il
28/11/2018

1 nuovo ristorante 3 stelle, 3 nuovi due stelle e 29 nuovi una stella confermano Tokyo come una delle città gastronomiche più brillanti del mondo!

Il ristorante L'Osier si unisce al prestigioso clan dei tre stelle, Kobikicho Tomoki ottiene - immediatamente - due stelle e la cucina onigiri fa la sua prima apparizione nella guida.

Michelin è lieta di presentare l'edizione 2019 della guida MICHELIN Tokyo che – oltre alle suddette novità – annovera 4 nuovi indirizzi Bib Gourmand. L’impressionante numero di nuove distinzioni sancisce il fatto che Tokyo continui ad offrire ai suoi abitanti, nonché visitatori, ottimi indirizzi nelle diverse categorie: tavole stellate o semplici locali di quartiere.

In questa dodicesima edizione della guida MICHELIN Tokyo vi sono elencati circa 484  ristoranti - di cui ben 4 hanno sempre mantenuto le loro tre stelle - e 35 tra alberghi e ryokan. Anche quest'anno, quindi, la capitale giapponese può vantarsi di essere la città più stellata al mondo con 230 indirizzi!

A questo proposito, Gwendal POULLENNEC - Direttore Internazionale delle guide MICHELIN  -commenta, "La guida Michelin è pubblicata in diverse grandi città del mondo, ma Tokyo è veramente speciale! La città può infatti contare su una varietà di cucine, sia giapponesi che internazionali, impressionante a cui fa eco un  numero senza precedenti di ristoranti stellati, nonché indirizzi Bib Gourmand. Non c'è dubbio che questo aspetto continuerà a incoraggiare i turisti di tutto il mondo a visitare Tokyo e scoprire le delizie di una scena gastronomica articolata e vibrante”.

Tra le più belle novità di quest'anno, va ricordata la sensazionale promozione a tre stelle del ristorante L'Osier (cucina francese, a Chuo-ku). Qui, l'elegante cucina proposta dallo chef Olivier Chaignon si ispira alla tradizione utilizzando prodotti stagionali, sia francesi che giapponesi. Tra i nuovi indirizzi doppiamente stellati, ecco una tavola che fatto il suo primo ingresso in guida direttamente con due stelle: Kobikicho Tomoki (ristorante sushi, in quel di Chuo-ku). Altri due nomi contraddistinti da una stella in più sono  Nabeno-Ism (cucina francese, a Taito-ku) e Harutaka (ristorante sushi, a Chuo-ku). L’edizione 2019 assegna la prima stella anche a ad un ristorante Okinawa ryori: Ryukyu Chinese Dining Tama (a Shibuya-ku). La cucina onigiri  che si basa su ricette di riso spesso avvolto in foglie di nori appare in guida grazie al ristorante Asakusa Yadoroku (situato a Taito-ku) .

Sobahouse Kinirohototogisu (a Shinjuku-ku) diventa il terzo ristorante ramen ad ottenere una stella: assegnazione che rende la selezione Tokyo unica nel suo genere.

I ristoranti che hanno saputo mantenere – per ben dodici anni consecutivi! – i loro standard culinari ad altissimi livelli, ovvero le tre stelle, sono: Kanda (cucina giapponese, a Minato ku), Quintessence (cucina francese, a Shinagawa-ku), Joël Robuchon (cucina francese a Meguro-ku), Sukiyabashi Jiro Honten (ristorante sushi, a Chuo-ku).

Con un totale di 73 nuovi ristoranti che entrano per la prima volta nella selezione, la guida  MICHELIN Tokyo 2019 diventa testimone dei numerosi talenti gastronomici che animano la capitale giapponese.

Qui di seguito il dettaglio:
- 13 ristoranti tre stelle (di cui 1 nuovo)
- 52 ristoranti due stelle (di cui 3 nuovi)
- 165 ristoranti una stella (di cui 29 nuovi)
- 254 ristoranti Bib Gourmand (4di cui 4 nuovi)
- 2 Ryokan e 33 hotel (di cui 2 nuovi)

La selezione completa è disponibile online – solo in giapponese - sul sito web ufficiale https://japanguide.michelin.co.jp/

Email