1. Home
  2. Magazine
  3. LA SELEZIONE
  4. Moma a Roma: ristorante moderno con cucina contemporanea

Moma a Roma: ristorante moderno con cucina contemporanea

Scritto da
Matteo Morichini
, Il
11/06/2018
Tag 
moma roma
guida michelin
via veneto
ristorante moma
wine ber moma

Il Moma a Roma - piatto de la guida MICHELIN tra Via Veneto e Piazza Barberini -  è un indirizzo moderno e poliedrico con proposte informali per il pranzo e la cucina tradizionale creativa del ristorante gourmet situato al primo piano dello stabile;  che nei tanti mesi di clima mite offre ai clienti di godersi il ponentino nel piccolo dehors su Via di San Basilio.

Colazioni con caffè  e lievitati e Wine Bar per aperitivi, degustazioni e cocktail completano l’offerta di un locale dove l’ambiente è scandito da contrasti minimal con ampio utilizzo di vetro, acciai e cristalli e così descritto dagli ispettori MICHELIN: “Il Moma è da consigliare in virtù della sua versatilità; e se a mezzogiorno l’atmosfera è un po’ concitata la sera è tutto più intimo e intrigante con accattivanti reinterpretazioni di piatti regionali”. Il menu inizia dunque con antipasti quali sgombro BBQ, zucca, zenzero e cerfoglio e la tartare servita con uovo di quaglia pochè, spuma di pecorino e germogli per - poi - proseguire con una serie di originali primi piatti che spaziano dai passatelli di castagne, colatura di provola e cavolo nero ai ravioli del plin, patate affumicate, lardo e baccalà passando per i cappelletti ripieni di Cinturello orvietano e mandorle su crema di Parmigiano e polvere di caffè. L’equilibrio tra consistenze e abbinamenti e la cura nei confronti di estetica e materia prima risultano evidenti anche nelle ricette ispirate alla cucina capitolina e laziale che oltre alle chitarrine alla Gricia con guanciale di Amatrice, pecorino e cacio sbronzo (presenti anche nel menu pranzo ndr), includono animelle croccanti e carciofi e scaloppa di foie gras fresco e fichi caramellati su crostino quaresimale romano.

L’attenzione alla territorialità ed alle piccole produzioni di qualità viene infine rimarcata dalla selezione enologica che tende a prediligere vini da piccole aziende artigianali. Ulteriore conferma di un pensiero gastronomico coerente e ponderato che unito all’abilità di chef giovani e motivati e la professionalità del servizio in sala ha contribuito all’affermarsi di un ristorante di nuova generazione attuale, rigoroso ed elegantemente informale.

Non solo Roma caput mundi, ma tanti altri gustosi indirizzi lungo lo Stivale vi attendono su guida.michelin.it

 

 

Email