1. Home
  2. Magazine
  3. LA SELEZIONE
  4. Rustica e ruspante: La Taverna di San Giuseppe a Siena!

Rustica e ruspante: La Taverna di San Giuseppe a Siena!

Scritto da
Matteo Morichini
, Il
05/03/2018

La Taverna di San Giuseppe è il Bib Gourmand de la Guida MICHELIN nel cuore della Siena storica. Ricavato all’interno di mura risalenti al 1100 ed a pochi minuti a piedi da Piazza del Campo – dove una visita al Palazzo Pubblico con i lungimiranti affreschi di Ambrogio Lorenzetti è d’obbligo – l’indirizzo è una solida ed affidabile realtà contraddistinta da un ottimo rapporto qualità/prezzo e prodotti regionali accuratamente selezionati.

Il menu - che alterna piatti della tradizione toscana con ricercate evoluzioni ispirate alla cucina casalinga – è impostato sugli schietti sapori del territorio elevati da equilibrate incursioni creative come i crostoni zola, lardo, pere e miele, pici con cinghiale e porcini, malfatti fonduta e tartufo, gnocchi verdi, pappardelle, trippa, bocconcini di fiorentina in umido, coppa della taverna, tiramisù croccante e pere al Brunello e gelato alla crema. Una selezione rustica, ruspante e sostanziosa, ma comunque digeribile e sempre ben eseguita per un’esperienza gastronomica sincera e piacevole grazie alla qualità degli ingredienti “e la rara cortesia del personale”. Questo il ricordo degli ispettori MICHELIN che sottolineano come l’edificio, i tavoli in legno massello del locale e la galleria di mattoni di epoca romana riportino alle origini della città. Altra attrattiva de La Taverna di San Giuseppe è la “cantina, visitabile, che fu una casa etrusca del III secolo a.C”. Picchettata a mano e di grande fascino, lo spazio con mura di tufo accoglie più di 600 etichette (la maggior parte delle quali tutt’altro che onerose, ndr) locali e nazionali con l’aggiunta di qualche incursione estera. Tutti elementi che nel loro insieme rendono questo Bib Gourmand de la guida MICHELIN uno degli indirizzi più apprezzati di Siena; città del celebre Palio la cui inestimabile collezione storica, artistica e architettonica è diventata Patrimonio dell’Umanità Unesco nel 1995 mentre le morbide colline, i poggi con le ville rinascimentali e le aspre crete senesi caratterizzano un paesaggio circostante così unico e speciale da attrarre turisti da tutti gli angoli del mondo in tutti i giorni dell’anno.    

Email